All for Joomla All for Webmasters

Associazione a tutela degli epatopatici e malati danneggiati.   Tel. 800 14 86 15

Condannato il Ministero all'esecuzione del giudizio. Buone nuove per le vittime di emotrasfusione

Il caso ha come protagonista una donna affetta da talassemia che, a causa della sua patologia, è costretta a sottoporsi a trasfusioni. Durante delle trasfusioni , tra il 1993 e il 1994, veniva contagiata da epatite C. 

Solo nel 2003, a seguito di controlli ed esami di laboratorio, scopriva la sua positività al virus dell’Epatite C. Seguivano anni di ricoveri in vari nosocomi e strutture sanitarie fino alla diagnosi definitiva: Epatite cronica hcv correlata.
 Nel 2008, la paziente capisce, anche grazie ad esperti, che la possibile causa del contagio sia da ricondurre alle trasfusioni subite tra il ’93 e il ’94.
Iniziava cosi, in breve tempo, l’iter giudiziario, assistita dall’ Avv. G. Silvio Vignera, per dimostrare il danno subito dalla signora.
La specifica azione legale, e il lavoro professionale e attento del Tribunale, hanno condotto alla formulazione della Sentenza n. 90 del 01/02/2017, nella quale il Ministero della Salute veniva Condannato in quanto “ è stata accertata la riconducibilità delle infezioni epatiche da cui è affetta la ricorrente alle trasfusioni di sangue effettuate durante i ricoveri degli anni 1993 e 1994”.
Per questi motivi il Ministero doveva versare tutti gli arretrati, l’indennizzo previsto dalla legge, nonché una pensione a vita.
Trascorsi i termini previsti dalla legge, visto che il Ministero non ha liquidato gli indennizzi , L’ Avv. G. Silvio VIGNERA ho proposto ricorso per ottemperanza e, il 18 DICEMBRE SCORSO arriva la sentenza n. 528/2018 che accoglie la domanda e ordina al Ministero della Salute di dare esecuzione al pagamento, ENTRO 60 giorni , nominando un commissario “ad Acta” per procedere all'esecuzione. 

Tags: Storie di successo

e-mail: info@atemnoprofit.it - Via Conte Ruggero,61 Catania - 380 21 34 939 © Copyright 2019 Atem no profit - All rights reserved